Prenotalo subito!

18 apr 2016

la pesca eccessiva fa più danno dell'inquinamento


Red. Fattoria
«Il danno causato agli oceani mette a repentaglio la sicurezza alimentare di tre miliardi di persone. È un problema di sicurezza globale». John Kerry, Segretario di Stato Usa, 15 giugno 2014. A quella frase durissima quanto autorevole pronunciata davanti ai delegati di 80 nazioni seguì un anno dopo il documento del WWF, il «Living Blue Planet report», giudicato da La Stampa come «il più dettagliato e agghiacciante atto d'accusa mai redatto sull'estinzione delle specie marine». Sversamenti di petrolio, inquinamento da plastica e microplastica, fertilizzanti e acidificazione dei mari concorrono a distruggere l'habitat di innumerevoli specie, ma secondo un numero sempre più consistente di scienziati, come Boris Worm, ecologo marino della Dalhousie University, è l'overfishing, o pesca eccessiva, il problema più grave: «peggio dei cambiamenti climatici, peggio dell'inquinamento». Il nostro Claudio di Manao ha approfondito per noi il tema.

 Il "Living Blue Planet" report

 Bycatch

Nessun commento:

Posta un commento