30 giu 2020

figli di una shamandura torna in una nuova edizione con dedica




Dopo un po', mi ritrovo pieno di libri. I miei.
Da qualche tempo mi venivano pagati così i diritti d'autore. Non protestavo troppo, l'editoria soffre ancora e siamo tutti sulla stessa barca. I mie diritti d'autore, tradotti in copie, non erano certo dei TIR pieni di libri. Poi arriva il COVID. Addio presentazioni, conferenze e serate. Il contratto era scaduto da tempo, ma per quieto vivere avevo lasciato che tutto continuasse come prima.
Finché non ricevo più risposte alle mie email.
Ci tengo molto alle email.
Non uso i social: il mio lavoro è creare e consegnare files. Le email e dropbox sono perfetti per quel tipo di files. Di usare uno smartphone per elaborarli, o per scrivere una email non mi passa neanche per il cervello. Ho perso tante amicizie tra chi non risponde alle email. Tra queste c'è il mio editore.
Non rimpiango nessuno, neanche lui.

Figli di una Shamandura era lì, che mi diceva da tempo: fai qualcosa.
Per molte persone io sono quel libro e quel libro è me. Non ho mai capito questo meccanismo. Di libri ne ho scritti e pubblicati, ma continuavano a fissarsi su Figli di una Shamandura. L'ultimo  'Io sono il Mare' l'avevo già prodotto in piena autonomia, con un crowdfunding. S'è difeso bene, ma Figli di una Shamandura non gli ha mai ceduto un gradino nelle classifiche. Neanche dopo il lancio in tutta Italia."'Ce l'hai Figli di una shamandura? L'ho già letto, ma è per un amico". mi dicevano.
E io avrei preferito che regalassero 'Io sono il Mare' un libro scritto per tentare di convincere più persone possibile ad andare sott'acqua, a vedere cosa rischiamo di perdere.

A marzo, la situazione è drasticamente cambiata.
Non ci sono più eventi, conferenze, presentazioni. Mi manca incontrare le persone, parlarci, firmare autografi e dediche, bere una birra insieme.
Ma posso sempre firmare le copie. Così ho deciso di presentare l'ultima edizione di Figli di una Shamandura, interamente curata da me, su Scubamarket in anteprima e in esclusiva, copie con dedica. A un prezzo bassissimo: 10 Euro.
Qualcuno troverà da dire che 300 pagine di Clive Cussler costano 2 Euro in meno. Posso rispondere che di Cussler stampano milioni di copie, delle quali tantissime vanno al macero (sì, è un meccanismo perverso dell'editoria) mentre di Figli di una Shamandura ne vengono stampate poche, quelle che servono.
Nulla va al macero e mi sento in pace con le foreste.

E adesso, speriamo che piaccia.

Figli di una shamandura con dedica su Scubamarket.
https://www.scubamarket.it/prodotto/figli-di-una-shamandura/

Leggi di più su Scubaportal
https://www.scubaportal.it/figli-di-una-shamandura-nuova-edizione-disponibile-con-dedica-e-in-esclusiva-presso-scubamarket/









Nessun commento:

Posta un commento